24 febbraio 1990: ci lascia Sandro Pertini

Sandro Pertini

(Il ricordo di Roberto Mazzuia, da robertomazzuia.com)

Ero un ragazzo. Ho trascorso più di metà della mia vita senza di lui. Eppure, a distanza di tanti anni, la sua figura ricorre come presenza costante e nell’avvicinarsi di qualsiasi anniversario che lo riguardi la nostalgia si fa più forte. Segno che nessun uomo politico, da allora, abbia saputo ottenere il rispetto che solo un uomo fedele ai suoi principi dal primo all’ultimo giorno riesce a instillare. Come Sandro Pertini seppe fare.” Roberto Mazzuia

Noi di “Io, Uomo”, vogliamo ricordarlo attraverso le sue citazioni, espressioni senza tempo del sempre Presidente Sandro Pertini.

“Battetevi sempre per la libertà, per la pace, per la giustizia sociale. La libertà senza la giustizia sociale non è che una conquista fragile, che si risolve per molti nella libertà di morire di fame.” (discorso di fine anno, 31 dicembre 1983)

I giovani non hanno bisogno di prediche, i giovani hanno bisogno, da parte degli anziani, di esempi di onestà, di coerenza e di altruismo.” (discorso di fine anno, 31 dicembre 1978)

“Il fascismo per me non può essere considerato una fede politica. Sembra assurdo quello che dico, ma è così: il fascismo a mio avviso è l’antitesi delle le fedi politiche, il fascismo è in contrasto con le vere fedi politiche Non si può parlare di fede politica parlando del fascismo, perché il fascismo opprimeva tutti coloro che non la pensavano come lui.” (Intervista)

“Il modo migliore di pensare ai morti è pensare ai vivi.” (Dichiarazione a seguito del terremoto in Irpinia)

“Se i popoli della terra, coralmente, potessero esprimersi, al di sopra di ogni differenza ideologIca, politica, di ogni razza, al di sopra di ogni credo, e di ogni differenza di credo religioso, tutti i popoli della terra si pronuncerebbero per la pace contro la guerra.” (messaggio di fine anno, 31 dicembre 1979)

 

You May Also Like

Close
Vai alla barra degli strumenti