Hannah Sampson, ballerina con sindrome di Down

Hannah Sampson sindrome di Down

Lei è Hannah Sampson, 22 anni, una gran passione per il ballo. “Quando danzo sento la musica dentro di me come fosse una scarica elettrica”, ha dichiarato in un’intervista. La particolarità di Hannah, non è questo amore per la musica o per la danza che, di fatto, l’accomuna a milioni di altre ragazze, ma il fatto che Hannah sia affetta da sindrome di Down.

Il carattere di Hannah: più forte della sindrome di Down

Le generalizzazioni, quando si parla di sindrome di Down, sono molte, forse troppe. Ma una caratteristica distintiva quasi senza eccezioni è il basso tono muscolare che il cromosoma in più reca con sé. Il miracolo di Hannah sta anche in questo: il limite imposto dall’ipotonia muscolare sarebbe potuto essere fatale per i suoi sogni. E invece…

Avvicinatasi alla danza molto piccola, è stata introdotta dalla madre presso Stopgap, una compagnia di danza integrata composta da danzatori con e senza disabilità fisiche e cognitive. Nel tempo Hannah è stata assunta dalla compagnia part-time per passare poi a un tempo pieno.

Nel video sopra riportato, l’intervista a Hannah e alla sua coach. Il carattere di Hannah è più forte della sfavorevole condizione iniziale: la sindrome di Down non le sta impedendo di coronare il suo sogno, diventare una ballerina professionista.

 

You May Also Like

Close
Vai alla barra degli strumenti