Diritti delle donne: in Turchia la Polizia le carica

diritti delle donne in Turchia

Il Governo turco non ha autorizzato una manifestazione indetta da associazioni femministe per l’8 marzo, in occasione della Festa della Donna, a Istanbul. Loro non si sono perse d’animo e sono scese in piazza il 6 marzo con striscioni e slogan inneggianti ai diritti delle donne, che in Turchia sono quasi inesistenti. Basti pensare che la Turchia è al 120° posto su 136 nazioni nell’Indice sul divario di genere del World Economic Forum.

Diritti delle donne calpestati in Turchia: è sistema

In Turchia i diritti delle donne sono molto poco considerati. La violenza domestica è praticata 10 volte più spesso che nei Paesi Europei. Solo tra il 2009 e il 2012, 666 donne sono state uccise dai mariti e negli ultimi dieci anni gli stupri sono aumentati del 400%. La manifestazione si poneva l’obiettivo di far riflettere sulla condizione della donna nel Paese. Ma il Governo non ha gradito e la Polizia ha caricato, sparando anche proiettili di vernice fino a disperdere del tutto la manifestazione.

 

You May Also Like

One thought on “Diritti delle donne: in Turchia la Polizia le carica

Comments are closed.

Close
Vai alla barra degli strumenti