Referendum trivelle: segnati la data (17.04)

referendum trivelle

Il referendum sulle trivelle petrolifere dovrà vivere di luce propria, non essendo stata la giornata indetta per il voto accorpata al turno elettorale per le amministrative. “Ci sarebbe voluta una legge apposta”, ha dichiarato il Presidente Mattarella, anche se a noi risulta che una legge apposta stia stata emanata nel 2009 (quindi non sarebbe stata una novità) e che in Italia non ci si facciano troppi scrupoli a emanare leggi per qualsiasi cosa, ma non per risparmiare 400 milioni e agevolare un referendum che può nuocere a qualche lobby.

Referendum trivelle: il 17 aprile, facciamoci sentire

Polemiche sterili a parte, va detto che, rispetto alle richieste, bocciate dalla Corte Costituzionale, l’unico capitolo su cui potremo esprimere il nostro parere è quello relativo all’abrogazione della legge sulle trivellazioni limitatamente alle parole “per la durata di vita utile del giacimento, nel rispetto degli standard di sicurezza e di salvaguardia ambientale”. Altri due quesiti sono ancora al vaglio e questo potrebbe significare una nuova giornata di votazioni.

A complicare le cose, il fatto che quello sarà periodo di consultazioni amministrative, con grandi città alla ricerca di un nuovo sindaco e di una nuova giunta e i 45 giorni di silenzio elettorale previsti dalla legge sulla par condicio potrebbero oscurare l’argomento Referendum trivelle sull’informazione. Ma se il quadro non appare incoraggiante, le associazioni ambientaliste puntano tutto sul significato intrinseco che ci è concesso di esprimere: NON VOGLIAMO TRIVELLE NEI NOSTRI MARI.

Il 17 aprile abbiamo l’occasione di far sapere che è tempo che l’Italia punti sulle energie rinnovabili; che è tempo che la classe dirigente prenda provvedimenti per darci aria pulita; che si interessi della qualità dell’acqua (nella Home page di Io, Uomo, nota il riquadro “Qualità acqua e aria”). Insomma, che in un momento in cui i cambiamenti climatici prospettati decenni or sono, sono diventati realtà, e in cui il mare è minacciato su troppi fronti, il Governo ascolti al Referendum trivelle il nostro secco NO.

 
Foto del profilo di Robbie Nash

Robbie Nash

In musica, o no; di sociale, o no, io scrivo. E' quanto.

You May Also Like

One thought on “Referendum trivelle: segnati la data (17.04)

Comments are closed.

Close
Vai alla barra degli strumenti