“Usa e getta”: Amburgo dice basta!

Usa e getta, Amburgo dice basta

Con la normativa entrata in vigore a fine gennaio 2016, la città di Amburgo diventa probabilmente la prima grande città europea “Usa e getta free“. Bandite, ad esempio, le bottigliette di plastica, in favore delle fontanelle, quasi onnipresenti in città, per riempire borracce o bottiglie in materiale riciclabile. Bandite le capsule per il caffè e le posate di plastica, Amburgo vuole diventare una città modello per la Germania. E, diremmo, non solo.

Usa e getta addio, ma non solo

Secondo il quotidiano Le Monde, la nuova guida per la salvaguardia dell’Ambiente adottata in quella che, ricordiamo, è la seconda città più popolosa della Germania (1,8 milioni di abitanti) si compone di 150 pagine e dà linee guida anche per le aziende che svolgono servizi per la città. Niente più detersivi al cloro, ad esempio. O raccomandazioni alle aziende affinché mettano a disposizione dei dipendenti dei parchi bici o abbonamenti ai mezzi pubblici così da ridurre l’impiego delle automobili. Fino a raccomandare, ai cittadini tutti, di valutare se qualcosa che intendono acquistare sia davvero necessario, ma, in ogni caso, di valutarne il costo e l’impatto ambientale.

Tra le 150 pagine di cui sopra, indicazioni per partecipare a bandi pubblici osservando principi ecologici. Una vera rivoluzione che prelude a un passo in più: norme ecologicamente più stringenti anche in fase di produzione dei beni di consumo. Attendiamo con ansia che qualche grande città italiana, magari tra quelle assediate dalle polveri sottili, tra case colabrodo, traffico, aeroporti e inceneritori, prenda spunto e si ponga quale modello nazionale.

 

You May Also Like

Comments are closed.

Close
Vai alla barra degli strumenti